Chi é lo Psicoterapeuta?

UN PO’ DI CHIAREZZA SULLE FIGURE PROFESSIONALI

PSICOLOGO: Lo psicologo è il laureato in psicologia che ha sostenuto e superato l’Esame di Stato ,dopo il quale è ammessa l’iscrizione all’Ordine degli psicologi. Lo psicologo fornisce ai suoi clienti un aiuto non farmacologico, basato su colloqui di sostegno, strumenti diagnostici, consulenze, tecniche di rilassamento ecc. Sono molte le cose che egli può fare, purché non si configurino come terapia, poiché essa richiede il titolo di psicoterapeuta.

Quindi, riassumendo, per essere tale lo psicologo deve possedere i seguenti requisiti:

1. Laurea in psicologia.
2. Essere iscritto all’Ordine degli Psicologi di una regione italiana.

PSICOTERAPEUTA: Il percorso per divenire psicoterapeuta è duplice. Può partire dalla laurea in psicologia o da quella in medicina, conseguita la quale va intrapreso un corso di specializzazione riconosciuto dallo Stato Italiano della durata di almeno 4 anni. Dunque lo psicoterapeuta può essere sia medico che psicologo; nel caso che sia psicologo può esercitare tutte le attività dello psicologo e in più la psicoterapia, nel caso che sia medico può esercitare le attività del medico (fra cui la prescrizione di farmaci) e quelle dello psicoterapeuta.

L’attività dello psicoterapeuta va quindi più in profondità rispetto a quella dello psicologo, e permette di agire direttamente sui disagi della persona attraverso l’utilizzo di tecniche che variano a seconda della teoria di riferimento del professionista stesso.

Per concludere, lo psicoterapeuta, per essere tale, deve possedere i seguenti requisiti:

1. Laurea in psicologia o in medicina e chirurgia.
2. Essere iscritto all’Ordine degli Psicologi di una regione italiana.
3. Aver frequentato una scuola di specializzazione riconosciuta dallo Stato che permette l’iscrizione all’Albo degli Psicoterapeuti.

PSICHIATRA: Lo psichiatra è un laureato in medicina che ha intrapreso successivamente la specializzazione in psichiatria. Lo psichiatra non è psicologo, a meno che non abbia conseguito il relativo titolo; egli può tuttavia esercitare la psicoterapia.

La differenza sostanziale tra psicologo/psicoterapeuta e psichiatra risiede nel modo di vedere la persona e nell’approccio utilizzato; mentre i primi due guardano la persona nel suo insieme, evitando di concentrarsi solo sul disturbo, lo psichiatra utilizza un metodo che può essere definito di diagnosi/cura. In sostanza egli focalizza la sua attenzione sul problema cercando di risolvere solo quello, esattamente come fa il medico.

Egli cura i disturbi psichici e le malattie mentali attraverso l’utilizzo dei metodi propri della psichiatria, che comprendono spesso l’utilizzo di farmaci.

Per divenire tale lo psichiatra deve:

1.    Possedere una laurea in medicina.
2.    Aver superato l’esame di ammissione all’Ordine dei Medici.
3.    Essersi successivamente specializzato in psichiatria.

PSICHIATRA-PSICOTERAPEUTA:
  E’ un medico (laurea in medicina), che oltre ad aver acquisito la specializzazione in Psichiatria, ha conseguito una seconda specializzazione in Psicoterapia.

Questa figura può occuparsi della cura del paziente, sia dal punto di vista psichiatrico e di conseguenza farmacologico, sia dal punto di vista psicoterapeutico.

Per divenire tale lo psichiatra-psicoterapeuta deve:

1.    Possedere una laurea in medicina.
2.    Aver superato l’esame di ammissione all’Ordine dei Medici.
3.    Essersi successivamente specializzato in psichiatria.
4.    Essersi specializzato in psicoterapia.

COME SCEGLIERE?

Non sempre queste figure lavorano disgiuntamente, anzi è spesso il lavoro in team che fa la differenza!

Esistono sofferenze psicologiche che sono “facilmente” risolvibili attraverso il supporto di uno psicologo e/o psicoterapeuta, altre giovano dell’utilizzo di una terapia farmacologica, altre ancora invece che necessitano di un supporto combinato di entrambi gli aiuti: psicoterapia e psichiatria (intesa come somministrazione di terapia farmacologica).

Sono i professionisti stessi che valutano quando è il caso di “coinvolgere la cavalleria” e di combinare i due trattamenti.

A mio parere è sempre importante documentarsi prima di intraprendere un percorso psicoterapeutico o di supporto psicologico; non sempre la formazione specifica da cui proviene il terapeuta può far per noi, come non sempre l’approccio farmacologico fa al caso nostro.

In generale comunque lo psicoterapeuta, a mio parere, è la figura che riesce ad avere una visione più ampia del paziente e del suo problema, in quanto formato in maniera più approfondita rispetto al semplice psicologo, su come inquadrare la personalità del paziente ed il suo disagio. Uno psicoterapeuta competente dovrebbe essere sempre in grado di coinvolgere lo psichiatra per il supporto farmacologico là dove lo reputi necessario.

Rispetto all’indirizzo di formazione dello Psicoterapeuta, credo che sia una scelta assolutamente soggettiva.

Personalmente il mio orientamento è quello Cognitivo Comportamentale, ed anche se nella mia professione integro comunque tecniche apprese da orientamenti differenti, questo rimane la mia scelta tecnica preferenziale.

Note legali: Il sito wwww.lauragaluppi.it ha mero carattere informativo e non ha l'obiettivo di offrire consulenze on-line e/o pareri clinici individuali. In particolar modo non e' assolutamente sotituibile ad un parere diagnostico dello specialista. Il materiale contenuto potrebbe presentare imprecisioni ed un incompleto approfondimento degli argomenti trattati, in quanto ha il solo scopo di generica divulgazione e di breve presentazione dell'attivita' professionale...continua