LA DISREGOLAZIONE EMOTIVA NEL DISTURBO BORDERLINE

Riflessioni utili ai famigliari.
Chi si trova a lavorare con pazienti Borderline (che d'ora in poi chiamerò BD) sa bene che uno dei principali problemi che queste persone devono affrontare ha a che fare con la gestione delle proprie emozioni.

La parola stessa è rappresentativa di cosa s'intende..."bordeline: sul bordo della linea", della linea che demarca la gestione dell'emozione dalla perdita totale di controllo.

Questa difficoltà è difficilmente gestibile dai famigliari e dai partner delle persone con un disturbo bordeline della personalità che non riescono a comprendere 
come sia possibile non riuscire a controllare delle emozioni che per loro sono controllabilissime e nemmo troppo intense.
Spesso questi pazienti si sentono dire che "sono esagerati", che "ingigantiscono i problemi", che " drammatizzano" e che " si comportando da immaturi". Questa lettura viene vissuta dai pazienti come sale sulle ferite, amplifica il loro vissuto di inconprensione ed il senso di vuoto, generando una serie di risposte comportamentali spesso inadatte e peggiorative del loro stato d'animo.

C'è da dire che spesso questi pazienti a fronte della percezione amplificata delle loro emozioni, mettono in atto comportamenti auto ed etero distruttivi che allontanano 
gli altri e provocano reazioni di rabbia e di presa di distanza, andando in questo modo ad incrementare il circolo vizioso di partenza.

Le persone BD raccontano di emozioni intense in cui la rabbia diventa furia, la tristezza diventa disperazione, la gioia diventa euforia e l'angoscia spesso si trasforma in vuoto incolmabile. Raccontano di stati mentali che oscillano alla velocità della luce da un'emozione all'altra, senza un'apparente spiegazione logica per chi gli sta intorno, ma se parli con loro ti spiegano la loro logica, la loro esperienza mentale, che spesso non è delirante, non è illogica e non è incomprensibile.
Quello che allontana i familiari dalla  loro comprensione è proprio l'intensità con cui queste persone trasmettono la loro emotività, i comportamenti con cui la agiscono e le contraddizioni con cui  si esprimono.

E' sempre difficile dare delle indicazioni univoche ma indubbiamente un buon punto di partenza è quello di capire che per questi pazienti L'EMOZIONE DEL MOMENTO E' REALE ED INTENSA,
non si calmano perchè non ci riescono, non escono dall'angoscia perchè non sanno come fare, si tagliano o bevono, o si drogano perchè è l'unico modo che conoscono per riempire quel vuoto che nemmeno sanno cos'è.
Ti aggrediscono perchè sono spaventati dall'abbandono, dall'ingiustizia, dal loro senso di inadeguatezza; seducono spropositamente perchè  
è l'unico modo che conoscono per sentirsi validi e manipolano perchè per loro è sopravvivere.

Sono incapaci di gestire in maniera costruttiva le loro emozioni, che oscillando cosi repentinamente 
generano una danza tra compenso e scompenso.

Chi vive accanto a queste persone si può ritrovare coinvolto in questa danza, sedotto e manipolato, furioso tanto quanto la loro furia ed il più delle volte desideroso di prenderne le distanze.
E' fondamentale riuscire a mantenere un proprio equilibrio nel rapporto con una persona BD per evitare di rimanere invischiato nelle dinamiche distruttive in cui la persona stessa tende a portarci; mantenere un proprio equilibrio significa anche non allarmarsi ogni volta che la persona BD ci sembra allarmata o fuori di sè, vuol dire potersi prendere del tempo prima di decidere come comportarsi, vuol dire non cedere ogni volta che si è in pena per lei/lui, vuol dire mantenere la calma quando l'altro non la mantiene per nulla. 

E poi vuol dire mettere dei confini ogni volta che ci sentiamo invasi dalla persona BD, vuol dire mettere dei limiti alle richieste, vuol dire aiutarla/lo a prendersi curà di sè partendo dalle responsabilità, 
non sostituirsi al posto suo e non mettere una pezza agli errori commessi.
Vuol dire appoggiarla in ogni vittoria e sostenerla in ogni sconfitta, vuol dire prendersi del tempo per sè e delle distanze da lei/lui ogni qual volta ci si sente stanchi (perchè questo permette a tutto di essere più calmi) vuol dire farle capire che comprendiamo il suo dolore ma non per questo siamo disposti ad esserne distrutti.

Indubbiamente chi si trova a relazionarsi con una persona BD dovrà cercare di convincerla/o a farsi aiutare e sarebbe utile che a sua volta fosse aiutato/a in questo percorso.

La maggior parte delle persone che soffrono di un disturbo BD della personalità riescono ad aderire meglio alla terapia quando anche i loro cari sono coinvolti, quando anche i mariti, genitori e/o fratelli 
cambiano la loro modalità di relazione con loro.
Riuscire a sentirsi più efficaci nel rapporto con una persona BD vuol dire aumentare di gran lunga la possibilità di creare un circolo fruttuoso 
in cui il nostro caro possa leggerci in faccia la gioia e la serenità di stare con lui e non più il terrore o la rabbia per tutto ciò che ha fatto/detto e che potrebbe fare/dire ancora.
La patologia riguarda anche gli altri, si esprime "al meglio" nelle relazioni e di conseguenza riguarda anche tutti i rapporti circostanti..comprendere che il problema è in parte anche nostro è forse  il primo passo per aiutarli.

Dott.ssa Laura Galuppi
Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale
Contatti: lgaluppi@bresciaonline.it
www.lauragaluppi.it  
Cell. 338.8144743                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  
                                                                                           


Ultimi articoli pubblicati

COPPIE IN VIAGGIO
PERCORSO DI RIEDUCAZIONE ALLA VITA DI COPPIA

CORSO IN PARTENZA SETTEMBRE-OTTOBRE 2017
TRAINING AUTOGENO IN GRUPPO

TECNICHE DI RILASSAMENTO
Il Training Autogeno e le sue applicazioni

SUPERVISIONI PER PSICOTERAPEUTI
Formazione specifica alla gestione del paziente complesso

DOTTORE LE HO SCRITTO SU WHATSAPP
“….le ho anche mandato un’e-mail non l’ha vista?”

Umorismo,ironia e sarcasmo..
Come utilizzare la comunicazione umoristica in psicoterapia

Note legali: Il sito wwww.lauragaluppi.it ha mero carattere informativo e non ha l'obiettivo di offrire consulenze on-line e/o pareri clinici individuali. In particolar modo non e' assolutamente sotituibile ad un parere diagnostico dello specialista. Il materiale contenuto potrebbe presentare imprecisioni ed un incompleto approfondimento degli argomenti trattati, in quanto ha il solo scopo di generica divulgazione e di breve presentazione dell'attivita' professionale...continua